Divenire

Divenire

Per ogni volta che ho guardato un tramonto pensando che un altro giorno stava a finire. E sono diventato la tristezza.
Per ogni volta che ho guardato mio fratello piangere. E sono diventato il dolore.
Per ogni volta che guardandomi nello specchio sono diventato una nuova, piccola ruga sotto il contorno degli occhi.
Per le vie che ho transitato controvento, la solitudine; per gli amori che ho rinnegato.
Le volte che ho cambiato canale diventando l’indifferenza. Le volte che non l’ho cambiato, l’angoscia dell’impotenza.
Per ogni spiaggia che ho toccato, divenendo fredda sabbia incurante della marea.
Per la musica che mi ha attraversato stracciandomi l’anima. Per i ponti attraversati la notte fonda.
Per le luci da evitare, girando al largo. Le vele e il timone verso il mare aperto.
Per ogni finestra che ho chiuso, trascurando di tornare ad aprirla, di nuovo, per diventare una barriera contro il mondo.
Per ogni palo conficcato a forza nel terreno.
Per le vite che mi sono lasciato alle spalle, per quelle che mi hanno lasciato quando ancora non ero pronto. Quando ero impegnato a fare altro. Quando ero disattento.
Per ogni volto che ho visto per l’ultima volta, senza sapere che l’ultima sarebbe stata, per ogni volta che ho cercato di ritrovarlo quando non c’era più.
Per il rombo di ogni motore che lascia scie di gomma nera per terra.
Per la città sentita vuota, vista deserta, quando invece era piena di gente.
Per tutti questi momenti e per altri ancora, per i muri toccati diventando muro, per le fughe intraprese diventando pioggia, per i dolori nascosti diventando neve.
Per tutti questi momenti, ne voglio altri, oggi, in cambio.
Voglio diventare luce che viaggia e scompare veloce nel cielo, senza rimpianti, solo per la gioia di esserci stato. Per aver rischiarato un istante, un sorriso. Per aver rischiato un istante, un sorriso.
Voglio diventare torrente che non sia mai la stessa acqua. Il bicchiere che senza sforzo puoi raggiungere, da riempire o vuotare, o per dissetarti.
Voglio essere le parole che scendono a colmarti l’anima, che ti fermano a pensare, che aprono finestre contro i muri scalcinati, verso un sole, un mare, un albero secolare.
L’ombra dopo un giorno di caldo e di fatica.
La luce in fondo a un corridoio buio.
Voglio diventare il ricordo senza dolore, la presenza senza oppressione.
E l’invadenza di un giorno pieno di luce che non lascia scampo, costringendoti a viverla, oggi.
Questa vita che ti obbliga ad essere qualcosa, ad ogni battito di ciglia, nell’immedesimarti in pensieri che non ti appartengono, in desideri che non ti racchiudono, in forme che non ti contengono. Cambiarla.
In questa vita io voglio essere il niente, il nulla che tutto può avere dentro.
Un secondo, l’istante che fugge, e l’esistenza intera.
Il lampo prima che tu possa dire. Lampeggia.

9 Comments

  1. Katherjne
    novembre 28, 2007 alle 6:37 pm

    Per ogni volta che gli occhi si riempiono di lacrime e son lacrime di gioia nell’ascoltare la voce del cuore. Un cuore come il tuo che sa emozionare, che sa carezza che sa essere vero nonostante le intemperie del vivere. La tua Anima pulsa tra queste parole, la tua Anima è armonia che vibra in consonanza con l’universo.
    Tu sei immenso…

  2. TartaMara
    novembre 29, 2007 alle 12:22 am

    bella e ariosa, una sensazione forte di viale, grande viale, lungo viale da percorrere

  3. soloChiara
    novembre 29, 2007 alle 9:05 am

    L’ho letto, riletto e riletto ancora sorridendo alla familiarità di quell’ultima frase e a quella bellissima musica tra le righe. E’ un tam tam che conosco e ri-conosco e che spero di sentire sempre sempre sempre così :o) Che tu sia tu… nulla nel tutto o tutto nel nulla… l’importante é che tu sia tu

  4. lievementeio
    novembre 29, 2007 alle 12:56 pm

    Voglio essere le parole che scendono a colmarti l’anima, che ti fermano a pensare…
    e questo sei riuscito ad essere!
    bellissimo…

  5. eyeonair
    dicembre 6, 2007 alle 7:44 am

    Ciao Max…mi togli le parole…il fiato…mi rapiscono le tue parole.
    Un bacio.
    m.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.